Verifiche straordinarie ascensori

Le verifiche straordinarie degli ascensori avvengono sulla base delle disposizioni previste dall’articolo 14 del D.P.R. 162/99 e s.m.i., che dettaglia anche i casi nei quali è richiesta una verifica straordinaria.

Gli organi competenti sono gli stessi deputati all’esecuzione delle verifiche periodiche.

Verifica periodica con esito negativo

Se la verifica periodica ha dato esito negativo, l’impianto deve essere fermato su disposizione del Comune di appartenenza fino all’esecuzione di una nuova verifica straordinaria, che deve evidenziare in modo dettagliato la rimozione delle cause che hanno determinato l’esito negativo della precedente verifica.

Incidenti importanti

Tutti i casi di incidenti di una certa rilevanza, anche se non si è verificato un infortunio,  richiedono il fermo dell’impianto fino all’esecuzione di una successiva verifica straordinaria con esito positivo.

Modifiche dell’ascensore

Tutte le principali modifiche dell’ascensore che esulano dalla manutenzione ordinaria e straordinaria, richiedono una verifica straordinaria. I casi previsti sono: 

  • cambiamento della velocità, della portata, della corsa
  • modifica dell’azionamento (idraulico o elettrico), che può comportare anche la modifica della  disposizione dell’impianto
  • sostituzione del macchinario
  • sostituzione del supporto del carico e relativa intelaiatura
  • sostituzione del quadro elettrico
  • sostituzione del gruppo cilindro-pistone
  • sostituzione delle porte di piano
  • sostituzione delle difese del vano
  • sostituzione di altri componenti principali dell’impianto, quali i componenti di sicurezza.

I componenti di sicurezza di un ascensore

Avendo citato i cambiamenti che possono produrre la necessità di modificare o sostituire i componenti di sicurezza, riportiamo qui un breve elenco di tali componenti:

  • dispositivi di blocco delle porte di piano
  • dispositivi paracadute che impediscono la caduta libera della cabina e del contrappeso
  • dispositivi di protezione contro i movimenti incontrollati della cabina
  • limitatori della velocità eccessiva della cabina e del contrappeso
  • ammortizzatori idraulici e in poliuretano
  • dispositivi elettrici di sicurezza con funzione di circuiti di sicurezza con componenti elettronici.

Esito della verifica straordinaria

Eseguita la verifica straordinaria con esito positivo e relativo verbale, l’impianto può tornare in esercizio. 

I vantaggi della manutenzione predittiva

Grazie al sistema di monitoraggio continuo degli impianti, KONE 24/7 Connected Services™ rileva e permette di conoscere e analizzare i dati relativi al funzionamento dell’impianto. Oltre a segnalare la necessità di intervento con diversi gradi di urgenza, i dati rilevati nel tempo permettono di valutare lo stato di salute dei singoli componenti e di decidere quali interventi preventivi attuare per conservare il buono stato di salute dell’impianto.

Contattaci